Telefona  Studio Legale Fanti
 +39.06.99345444
Studio Legale Fanti, Esperti in Consulenza Bancaria

Studio Legale Fanti

Avv. Luciano Fanti, Esperto in Diritto Bancario e Finanziario

Avvocato in Roma - Talenti - Conca d'Oro - Nomentana

Articoli, Notizie, Leggi, Gazzette e Informazioni


Notizia 13/02/2020

Buoni fruttiferi postali serie P e P-Q, ora si possono recuperare gli alti interessi indicati sul titolo


Buoni fruttiferi postali serie Q P-Q, puoi RICHIEDERE gli interessi pattuiti (molto più ALTI)
Si continua a parlare di buoni fruttiferi postati (serie Q e P-Q) ma l'informazione è poca e spesso confusa. Cerchiamo allora di fare un pò di chiarezza, alla luce delle ultimissime sentenze. Ebbene, la questione ultimamente ha riguardato gli interessi degli ultimi dieci anni, ossia dal 21° al 30° anno. Infatti, sui titoli delle serie in esame, spesso Poste apponeva un timbro con l'indicazione dei nuovi tassi, peggiorativi rispetto a quelli indicati sul titolo originario. Il timbro, tuttavia, si limitava ad indicare i rendimenti per i primi venti anni, nulla dicendo in merito ai dieci anni finali – regolati invece dagli alti rendimenti indicati nella griglia stampata sul titolo originario.
Applicando (arbitrariamente) il tasso di interesse modificato con il timbro (ma valido solo fino al ventesimo anno), Poste ha evitato di pagare ai risparmiatori i tassi molto più alti indicati sul titolo originario. Ma questa condotta è stata ritenuta illegittima. Il Tribunale di Milano, infatti, con la recentissima sentenza del 9 gennaio 2020 (sulla scia di altre recenti sentenze e pronunce dell'ABF) ha chiarito che il timbro che modifica i tassi ha efficacia per i primi venti anni e quindi per i successivi dieci anni l'unica fonte di determinazione dei tassi è il titolo originario (con i rendimento molto più alti di quelli indicati nel timbro). Ciò perché l'art. 4 del DM 13/06/1986 prevedeva che le somme complessivamente dovute per capitale ed interessi risultano dalle tabelle riportate a tergo dei buoni medesimi. Nel caso di specie, per le serie P come in quella Q, la rettifica dei tassi è avvenuta solo parzialmente, lasciando inalterato il rendimento originario.Come conseguenza, Poste dovrà riconoscere per l'ultimo decennio un rendimento molto superiore.
Rivolgiti al nostro studio legale se vuoi ottenere un valutazione gratuita degli interessi da recuperare, anche con riferimento alle serie AF AA2.




< 12 3 4 5 >

Torna SU